Login Form

Calendario

Settembre 2017
DLMMGVS
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Consulenza Tecnica in ambito Forense

I campi di indagine e di intervento della Psicologia Giuridica sono molteplici: lo psicologo giuridico o forense può essere chiamato come consulente tecnico dal Giudice (CTU) o dalle Parti (CTP).   Nel caso, ad esempio, di una complessa separazione di una coppia di coniugi o di una coppia di fatto in cui sono coinvolti i bambini, è possibile che il Giudice decida di richiedere, per essere più sicuro delle sue decisione, la consulenza e la valutazione di esperti periti. Tali attività peritali possono essere richieste direttamente dal Giudice o anche delle parti in causa che possono al loro volta affiancarsi da propri esperti (consulenti di parte). Il lavoro peritale nel caso di affidamento dei figli a seguito di separazione e divorzio e nel caso di affidamento etero-familiare, ha come obiettivo fondamentale la tutela dei bambini e il rispetto dei loro diritti, attraverso la valutazione dell'idoneità genitoriale e l'analisi di tutti i componenti del nucleo familiare, delle relazioni familiari, dell’ambiente culturale e sociale dei protagonisti.     Le situazioni nelle quali la giustizia e il diritto si intrecciano con le storie personali e psicologiche degli adulti, dei bambini e degli adolescenti sono innumerevoli, sia in ambito penale che in ambito civile. Qualunque ne sia il motivo, quando una persona si trova ad essere coinvolta in un percorso giudiziario, è possibile che nel suo percorso giudiziario necessiti di un parere tecnico specialistico oltre a quello dell’avvocato.        Si propone uno spazio di consulenza specialistica e di intervento come consulente di parte nei seguenti ambiti: 1) valutazione dell'idoneità genitoriale nei casi di separazione, divorzio e relativo affidamento dei figli minori o nelle richieste di adozione. 2) valutazione del danno psichico ed esistenziale (ad esempio in caso di mobbing e molestie sessuali sul lavoro).  3) valutazione dello stato psichico della persona nei casi d’interdizione e inabilitazione psichica; nell’accertamento della capacità a fare testamento degli anziani.  4) valutazione della personalità, delle capacità di intendere e di volere e della pericolosità sociale dell'imputato. 

Chi è on line

Abbiamo 35 visitatori e nessun utente online